La società Monetate ha recentemente reso noto un interessante report che prende il nome di “EQ1 2012”, incentrato sull’attualissimo tema dell’e-commerce e basato su oltre 100.000 esperiene di acquisto effettuate online.

Cos’è emerso?Lo studio ha messo in luce l’ascesa vertiginosa di visite verso gli e-commerce provenienti da tablet, mentre calano le visite derivanti da PC. Altra novità che sembra sconvolgere gli assetti ormai stabiliti e codificati nel tempo: Facebook è in forte calo, incalzato dall’astro nascente di Pinterest.

Ecco alcuni interessanti dati su cui riflettere:

  • le visite verso e-commerce provenienti da PC sono passate dal 94.12% del 2012 all’88.12% nel 2012;
  • le visite derivanti da tablet sono passate dall’1.66% (2011) al 6,52 %;
  • le visite tramite smarphone passano da 4.23% a 5.35%.

Ma cosa succede per quanto riguarda i tassi di conversione?A quanto pare, i PC convertono meglio, anche se in misura relativamente superiore rispetto ai tablet. Diamo un’occhiata ai numeri:

  • dominano i PC con il 10.20%
  • seguono i tablet a un soffio di distanza, con il 9.66%
  • chiudono gli smartphone con il 4.25%.

Lo studio di Monetate si occupa anche dei social e della loro grande influenza nel ridirezionare il traffico verso gli e-commerce. Facebook domina con il 59.59%, seguito da Pinterest (26.48%), un fenomeno “nuovo” ma già protagonista. Chiudono Twitter (8.63%), StumbleUpon (5.23%) e Linkedin (0.07%). E’ vero, dunque, che Facebook domina, ma Pinterest sta esplodendo essendo passato dallo 0,68% di un anno fa al 26,48%!

Molto interessante osservare le quote di Search, Social e Email nell’ambito ecommerce. A livello di traffico inbound, il primo posto è saldamente nelle mani della search, che sfiora quota 30% seguita da lontano dall’email (6,58%). Solo terzi i social, in lieve e costante crescita ma fermi comunque al 2,15%. Per quanto riguarda i tassi di conversione, è invece l’email sul gradino più alto del podio, con il 3,91%. Al secondo posto la search (2,83%) e sul gradino più basso i social (0,38%). Lato bounce rate sono invece i social a svettare: 51,24% contro il 24% dell’email e il 23,63% della search. L’email vince infine la battaglia del tasso di add-to-cart con l’11,98%, seguita dalla search 7,79% e dai social, ancora una volta, ultimi (2,61%).

Pin It on Pinterest

Share This